Allevare cavalli a casa: alimentazione, mantenimento e cura

Nonostante il progresso tecnico, molti agricoltori continuano a allevare cavalli per esigenze agricole o di caccia. Il cavallo, come qualsiasi altro animale, richiede un'attenzione adeguata da parte dei proprietari, quindi oggi parleremo di come curare adeguatamente i cavalli e discutere varie sottigliezze che ti aiuteranno a navigare in una situazione difficile.

  • La corretta manutenzione dei cavalli
    • Stabile per i cavalli
    • stallo
    • Pascolo e camminata (a piedi) dell'animale
  • Nutrire e abbeverare i cavalli
    • Dieta di alimentazione
    • Come organizzare l'irrigazione
  • Suggerimenti per la cura dei cavalli
    • Pulizia e balneazione
    • Hoofing e Hoof Care
    • Come prendersi cura dei tuoi denti
    • Trattamenti veterinari

La corretta manutenzione dei cavalli

Le condizioni per mantenere i cavalli nelle stalle non sono affatto l'ultimo fattore da cui dipendono la salute e l'utilità del cavallo. Per prima cosa discuteremo i parametri della stanza e poi parleremo dei cavalli al pascolo.

Stabile per i cavalli

C'è 3 sistemi di manutenzione del cavallo: stallo, nella stalla o nel gruppo.

La stalla (una stanza separata) venne da noi dagli Stati Uniti, dove i cavalli erano usati per mantenere questa strada. Lo stallo è più facile da pulire ed è molto più spazioso.I cavalli si sentono più a loro agio, in quanto possono cambiare posizione. Tuttavia, se il layout non è corretto, l'animale può essere isolato (senza reticoli o finestre tra le bancarelle). In questo caso, il cavallo mostrerà apatia o aggressività, si rifiuterà di mangiare e bere.

Uno stallo è un'opzione meno costosa, tuttavia è molto più difficile pulire una stanza con una visione bloccata dei contenuti. Un ovvio vantaggio è che gli animali non si sentiranno isolati, con un tale sistema, lo spazio libero e le finanze vengono salvate.

Il contenuto di gruppo viene utilizzato per i cavalli da lavoro della stessa età. In una sezione vengono raccolti da 20 a 100 cavalli, che possono muoversi liberamente all'interno della parte recintata della stanza. Questo metodo è adatto per mantenere un numero elevato di cavalli di basso valore.

La stanza degli stabilizzatori è incredibilmente difficile da rimuovere dalle feci e dai resti del foraggio, quindi questa versione del contenuto non può essere definita ottimale. L'unico vantaggio di una tale stanza è la parziale libertà degli animali: possono muoversi all'interno del recinto, sviluppare arti e giocare.

Per quanto riguarda il mantenimento dei cavalli in inverno, l'opzione migliore è lo stallo, poiché c'è abbastanza spazio in esso ed è più facile pulirlo.In inverno, è impossibile ventilare la stanza, quindi nel caso di una malattia batterica o virale, le partizioni aggiuntive tra le sezioni non permetteranno che l'infezione si diffonda oltre la "stanza".

Interessante anche da leggere sulle razze di cavalli: arabo, Akhalteke, Vladimir pesante.

Ora per quanto riguarda le dimensioni delle stalle. L'altezza del soffitto non dovrebbe essere inferiore a 3 m Più alto è il soffitto - migliore è la ventilazione, quindi è necessario che il soffitto fosse ad un'altezza di 3,2-3,5 m Se si costruisce una stalla, allora ogni cavallo deve avere almeno un 3,5- 4 m².

Illuminazione. Durante il giorno, le stalle devono essere luminose, il che è assicurato dalla presenza di un numero sufficiente di finestre. La mancanza di luce diurna influenza negativamente non solo la visione, ma anche le condizioni generali dell'animale.

Ventilazione. Una condizione necessaria per qualsiasi stalla è una buona ventilazione senza correnti d'aria. Solitamente per la ventilazione, le finestre sono costruite sotto il tetto o nella parte superiore delle porte della stalla.

Pavimento stabile A seconda della disponibilità dei materiali, il pavimento può essere in legno, mattoni o cemento. È più durevole usare il calcestruzzo in cui è possibile tenere facilmente i fossati per drenare la lunghezza e il diametro desiderati.

Ora sai dove sono tenuti i cavalli, e quali condizioni di contenuto dovrebbero essere osservate in modo che gli animali si sentano a loro agio.

Lo sai? Nel 1993, c'erano 427 razze di cavalli in tutto il mondo, nell'ex Unione Sovietica, circa un settimo di loro furono allevati. Per la riproduzione, solo il 18% dei cavalli viene utilizzato dal loro numero totale.

stallo

Per risparmiare denaro e posizionare, i cavalli nelle stalle sono tenuti in un metodo di stallo. Nonostante il fatto che un tale sistema di contenuti non implichi l'assegnazione di una grande quadratura per un individuo, è comunque necessario seguire le regole del contenuto del "cavalletto" in modo che l'animale possa riposare e avere lo spazio personale necessario.

L'area della stalla deve essere di almeno 5 m². A seconda delle dimensioni del cavallo, varia la lunghezza e la larghezza di un posto. La lunghezza della stalla per cavalli da lavoro piccoli (150x156 cm) è di 2,9 m, larghezza - 160 cm. Per i cavalli più grandi (oltre 150x156 cm), la lunghezza della stalla deve essere non inferiore a 3,1 m, larghezza - 180 cm.

Alimentatori. La lunghezza degli alimentatori deve corrispondere alla larghezza delle stalle, la profondità è di circa 30 cm, con un'altezza dal pavimento di 100-110 cm.

Importante! Gli alimentatori, indipendentemente dal materiale, dovrebbero avere bordi arrotondati, per evitare lesioni all'animale.
I bevitori possono essere singoli o sotto forma di grondaia che attraversa l'intera stalla.

La cura del cavallo implica anche il rispetto delle norme igieniche. In media, il cavallo defeca circa 10-12 volte al giorno e rilascia circa 7 litri di urina. Di conseguenza, se non si fa la pulizia giornaliera, i rifiuti inizieranno a moltiplicare i microrganismi patogeni. I cavalli leggeri soffriranno di ammoniaca, che è contenuta nelle urine e penetra nell'aria durante l'escrezione.

Per la pulizia è necessario il seguente inventario: pale, forche per letame, pala in acciaio pala, scopa dura e carriola.

Pulisci le stalle dai resti di cibo e feci ogni giorno. Durante la raccolta, vengono rimosse la paglia bagnata e il letame. Una volta alla settimana è necessario eseguire una pulizia completa di tutte le stalle (con la sostituzione della lettiera).

Importante! Durante la vendemmia, il cavallo può spaventarsi o mostrare aggressività, quindi spostarlo temporaneamente in un'altra posizione o legarlo a un supporto in modo che l'animale non possa ferire se stesso o te.

Pascolo e camminata (a piedi) dell'animale

I cavalli, indipendentemente da dove sono tenuti, dovrebbero essere in grado di uscire all'aria aperta e allungare le loro membra, poiché nessun animale può stare in piedi in un posto e mantenere una buona forma.

Cammina il tuo cavallo il più spesso possibile, se ti aspetti di usarlo per la caccia o per lavori agricoli. Tuttavia, vale la pena ricordare che il paddock dovrebbe essere una carica per l'animale, e non un test estenuante, quindi osserva le seguenti regole:

  • Dai al cavallo di riscaldarsi dopo le stalle prima di qualsiasi lavoro o cavalcata;
  • l'animale deve abituarsi alla temperatura, altrimenti, come una persona, può prendere un raffreddore se suda abbondantemente;
  • Non portare i cavalli in strada se la temperatura è inferiore a -20 ° C, e ancora di più usarli per lavori pesanti o galoppo;
  • trascorri il ritmo almeno ogni 2-3 settimane, altrimenti i muscoli delle gambe inizieranno ad atrofizzarsi e il cavallo non sarà in grado di sopportare i carichi "standard".

I cavalli che camminano possono essere sia soli che a sinistra. L'animale è positivamente influenzato dalla camminata monotona senza fretta, che rafforza il sistema muscolo-scheletrico, fa respirare i polmoni, calma il sistema nervoso.

Qualsiasi attività motoria brucia calorie e la sua assenza può portare alla comparsa di peso eccessivo. Pertanto, cerca di lasciare i tuoi animali domestici il più spesso possibile all'aria aperta, in modo che mantengano i loro punti di forza e rimangano utili.

Nutrire e abbeverare i cavalli

Dalla giusta dieta dipendono l'aspetto, l'umore, l'immunità, la forza e la resistenza, quindi oltre alla corretta manutenzione degli animali, è necessaria un'alimentazione adeguata, di cui parleremo in questa sezione.

Dieta di alimentazione

La dieta alimentare dipende non solo dalla razza, ma anche dall'uso del cavallo. Per semplificare il calcolo del fabbisogno medio giornaliero, comprenderemo le unità di densità dei nutrienti dei prodotti agricoli.

Per valutare il valore nutrizionale e l'utilità del mangime, viene utilizzata l'unità di alimentazione, che è pari a 1 kg di avena a seme medio-secco o 1414 kcal.

L'unità di alimentazione viene utilizzata per calcolare il fabbisogno giornaliero in uno o in un altro feed. Poiché l'utilità di ciascun feed è diversa, facendo riferimento all'unità di alimentazione, è possibile calcolare con precisione la norma.

Ora possiamo parlare di nutrire i cavalli. Un cavallo da lavoro adulto al giorno ha bisogno di consumare 1,8-2,7 unità di foraggio per 100 kg di peso al fine di mantenere il peso ed eseguire il lavoro assegnato ad esso. I giovani hanno bisogno di 2,2-2,8 kB per gli stessi 100 kg di peso vivo.

Importante! La cavalla al momento dell'allattamento richiede il 20% in più di unità di alimentazione rispetto al cavallo di lavoro medio.
Conoscere la quantità necessaria di energia giornaliera non è sufficiente, perché è necessario nutrire il cavallo con una varietà di cibi secchi e verdi, che contengono proteine, grassi, carboidrati, fibre e vitamine. Pertanto, parliamo di cosa dare da mangiare ai cavalli.

Media giornaliera razione di un cavallo adulto del peso di 450-500 kg:

  • avena - 4,5-5 kg;
  • fieno - 11-12 kg;
  • crusca - 1 kg;
  • carote - 2-3 kg.

Nella dieta deve essere presente frutta o verdura, che sono fonti di vitamine e minerali. Le carote sono il prodotto più "funzionante", poiché sono ben conservate e costose, e utili tanto quanto i frutti di stagione e le verdure più costose.

Importante! Le carote contengono una grande quantità di vitamina A, che è necessaria per mantenere la salute dell'animale.
Inoltre, vale la pena ricordare che ogni cavallo dovrebbe avere accesso a un lick-briquettes, composto da sale da tavola.

Avendo affrontato la dieta, parliamo di come e quando dare da mangiare al cavallo.

La norma giornaliera dell'avena è divisa in 3 parti uguali e viene data al mattino, a pranzo e alla sera. Il fieno dà più spesso, circa 4-5 volte. Vale la pena ricordare che il fieno dovrebbe essere almeno il 40% dell'intera dieta.

Nel caso il cavallo sia occupato tutto il giorno, l'alimentazione avviene ogni 2 ore. Durante le pause brevi, viene alimentato il foraggio grezzo e, in caso di prolungamento o alla fine del lavoro, l'animale riceve acqua e alimenta avena, verdura, frutta o concentrati.

Importante! Dopo aver mangiato con avena o concentrati, l'animale ha bisogno di una pausa per un'ora.
Ora sai come alimentare correttamente il cavallo. Usando l'esperienza di vita, puoi ridurre o aumentare la norma del cibo, aggiungere qualsiasi foraggio verde che l'animale ama.

Come organizzare l'irrigazione

Prendersi cura dei cavalli significa bere in modo corretto e tempestivo, che non solo soddisfa il bisogno di liquidi, ma aiuta anche il sistema digerente del cavallo a digerire il cibo secco.

In un giorno l'animale dovrebbe essere somministrato non meno di 60-80 l di acqua (a seconda del carico e della temperatura).

È necessario somministrare acqua prima di ogni alimentazione con avena o mangimi misti. Se nella stalla è installato un bevitore speciale, non dimenticare di cambiare l'acqua ogni giorno e di aggiungere acqua fresca.

Importante! In inverno, aumenta la necessità di acqua, poiché la dieta è dominata dal cibo secco.
Il bere viene fatto prima di nutrirsi, all'aria aperta.Nel caso in cui l'animale rifiuti acqua, questa è un'occasione per l'esame per la presenza di malattie.

Suggerimenti per la cura dei cavalli

Abbiamo affrontato le condizioni di detenzione e dieta. Successivamente, è necessario specificare i dettagli della cura individuale, che influenzano anche la salute e l'umore dell'animale.

Pulizia e balneazione

Oltre alla normale pulizia nella stalla, ogni animale ha bisogno di pulire i capelli e lavarli sotto la doccia per proteggerli da malattie della pelle e varie infezioni. Ma come lavare correttamente un cavallo? Per il lavaggio, usare il normale sapone domestico o uno shampoo speciale.

In primo luogo, il detergente viene applicato su tutta la lana, compresa la coda e la criniera. Successivamente, puoi camminare un pennello per rimuovere la katysh e possibili parassiti. Risciacquare la schiuma con acqua a temperatura ambiente da un tubo o un annaffiatoio.

Importante! È necessario lavare a fondo tutto il detergente, altrimenti è possibile irritazione o un'allergia a sapone / shampoo.

Si raccomanda di condurre procedure idriche almeno una volta alla settimana. In inverno vale la pena di essere pulito, in quanto il contrasto tra acqua calda e aria fredda può causare raffreddori.

Come sai, pulire un cavallo è necessario per mantenere un aspetto estetico e rimuovere la spazzatura dalla lana, quindi parliamo di come farlo nel modo giusto.

Per molto tempo i nostri antenati erano impegnati nell'allevamento di vari animali: capre, pecore, vitelli maschi e conigli.

La pulizia del cavallo inizia dalla testa, poi va alle spalle, al garrese e agli arti. Durante la pettinatura, accarezza la pelle del cavallo, cercando di trovare eventuali ferite o parassiti. Questa procedura non solo calma l'animale, ma ti dà anche ulteriori informazioni sulla sua salute. Per la pulizia, usare il seguente inventario:

  • spazzola;
  • un pennello dal naso morbido;
  • un pennello con un lungo pisolino o un pettine per la criniera e la coda;
  • 2 spugne;
  • un panno o qualsiasi altro straccio.

A differenza della balneazione, la pulizia è di moda da trascorrere tutto l'anno. Cerca di essere pulito durante il processo, altrimenti il ​​cavallo sentirà dolore e avrà paura di tali procedure o potrebbe ferirti.

Hoofing e Hoof Care

Per cominciare, vale la pena capire in quali casi è necessario calzare un cavallo.

  • L'animale è coinvolto in lavori su terreno solido
  • Il cavallo è utilizzato per il trasporto di merci
  • Il cavallo ha qualche zoccolo
  • Per mantenere la forma e l'efficienza
La domanda difficile è l'età in cui è necessario calzare i cavalli. Se l'animale non ha problemi con gli zoccoli, la procedura può essere eseguita da 3 anni.Se si notano malattie o deviazioni che richiedono ferri di cavallo, allora possono essere eseguite all'età di 1,5 anni.

Importante! Horseshoot il cavallo dovrebbe essere solo uno specialista, dal momento che il ferro di cavallo "sbattuto" può paralizzare il tuo animale o addirittura privarti dell'opportunità di camminare. Pertanto, non sperimentare o provare a farlo, senza l'esperienza e le conoscenze appropriate.

Con il ferro di cavallo i cavalli sono stati risolti, ora scopriremo come prenderci cura degli zoccoli, con i ferri di cavallo e senza di loro.

Ogni giorno è necessario ispezionare gli zoccoli, pulirli da sporco o pietre e, se necessario, lubrificarli con oli speciali. Ogni 6 settimane con gli zoccoli, è necessario rimuovere il tessuto morto arruffato, in modo che non ci siano orecchioni.

È consigliabile fin da piccoli addestrare un puledro per nutrire la gamba per l'ispezione, altrimenti in futuro sarà necessario iniettare una dose di tranquillanti con ogni esame approfondito o forgiatura.

Non dimenticare la chiamata di un veterinario per l'esame preventivo, poiché qualsiasi malattia correlata alle gambe è difficile da notare in una fase precoce senza avere l'istruzione o la conoscenza necessarie.

Lo sai? L'uso dei cavalli nelle battaglie iniziò in Mesopotamia nel 3 ° millennio aC. Nel X secolo aC. lì apparvero i primi cavalieri.

Come prendersi cura dei tuoi denti

Come nel caso degli zoccoli, è solo il dentista che può determinare le condizioni dei denti e la presenza di eventuali problemi. Chiamalo per controllare le condizioni della cavità orale ogni 6 mesi - un anno. Più vecchio è il cavallo, più spesso è necessario chiamare il veterinario.

Elenchiamo le caratteristiche caratteristiche che indicano la presenza di problemi con i denti:

  • incontinenza del cibo in bocca;
  • masticazione lenta o rifiuto totale del cibo;
  • l'animale morde o morde il morso;
  • il cavallo è molto teso.
È impossibile risolvere il problema con i denti in modo indipendente, quindi non provare ad archiviare i bordi taglienti con un file o strappare un dente malato, altrimenti ferirai l'animale o priverai l'opportunità di masticare il cibo.

Trattamenti veterinari

Ogni animale, indipendentemente dalle condizioni di vita, dalla razza e dalla dieta, deve essere vaccinato contro alcune malattie.

Usa questi farmaci per curare gli animali: Amprolium, Nitox 200, Solicox, Hammatonik, Baytril, Enroksil, E-selenio.

1. Vaccinazione contro l'antrace. La procedura viene eseguita annualmente e solo da veterinari. Non vi è alcun vaccino in accesso libero, quindi non è possibile vaccinarsi.

2. Ricerca su SAP, INAN, una malattia contrattuale. Si tengono una volta all'anno, dal momento che questa lista si riferisce alle più pericolose malattie infettive.

3. Vaccinazione contro la leptospirosi. Lo studio della malattia e la procedura di vaccinazione vengono effettuati come segue: ogni 2 anni vengono effettuati esami del sangue negli allevamenti; controllare prima dell'esportazione / importazione di animali; con sospetto di leptospirosi.

4. Vaccinazione contro l'influenza. Viene effettuato una volta all'anno dopo il trattamento primario a due o tre volte. Vale la pena notare che esiste un numero enorme di vaccini provenienti da diversi ceppi di virus influenzali, quindi è meglio contattare un veterinario per aiuto.

5. Vaccinazione contro la dermatofitosi. Gli animali vengono vaccinati una volta all'anno, in aggiunta al trattamento primario, che viene effettuato a intervalli di 2 settimane. Per la procedura, è necessario chiamare un medico, altrimenti è possibile acquistare il vaccino sbagliato o iniettarlo erroneamente.

6. Vaccinazione contro la rinopneumonia. A seconda della regione, la vaccinazione contro questa malattia può essere obbligatoria o su richiesta del proprietario. Tuttavia, se hai intenzione di allevare cavalli a casa, la procedura è obbligatoria.La rinopneumonia è una causa comune di aborto nella tarda gravidanza.

7. Vaccinazione contro il tetano. Se viene utilizzato un vaccino importato, la procedura deve essere eseguita una volta ogni 2-3 anni, se domestica, ogni 3-5 anni. La vaccinazione contro questa malattia è obbligatoria, indipendentemente dalla regione o dalle condizioni di mantenimento degli animali.

8. Vaccinazione contro la rabbia. Non è obbligatorio, ma dovrebbe essere effettuato, al fine di evitare una massa di animali. È particolarmente importante per le aziende agricole che si trovano negli habitat dei vettori naturali della malattia.

Importante! Se il tuo cavallo partecipa alla competizione, il controllo viene condotto ogni 6 mesi.

Ci sono un certo numero di vaccinazioni che sono necessarie per distruggere vari parassiti che il tuo animale domestico può "raccogliere" quando si tratta di animali domestici, quindi quando si ha a che fare con i cavalli, vale la pena tenersi in contatto con un veterinario.

Tutte le regole delineate in questo articolo sono di pari importanza quando si tengono i cavalli. Prenditi cura di loro, cerca di dare qualcosa di gustoso all'animale, prendilo più spesso a fare una passeggiata e otterrai un buon amico con cui trascorrere del tempo.

Guarda il video: ZEITGEIST MOVING FORWARD sub ITA / ESP / ENG / JAP /spread